Jump to main content

CATHAY PACIFIC AIRWAYS ANNUNCIA I RISULTATI ANNUALI DEL 2016

15 Mar 2017

 

Risultati

 

                

        2016

                  

2015

 

Differenza

 

Turnover

HK$ milioni

   92.751

102.342

-9,4%

(Perdita)/utile attribuibile agli azionisti

HK$ milioni         

      (575)

     6.000

-109,6%

(Perdita)/utile per azione

HK centesimi

     (14,6)

     152,5

-109,6%

Dividendo per azione

HK$

0,05

0,53

-90,6%

                 

 

Il Gruppo Cathay Pacific ha registrato nel 2016 una perdita attribuibile di HK$575 milioni (dollari di Hong Kong, equivalenti a circa 70,3 milioni di euro) a fronte di un utile di HK$6 miliardi riportato nel 2015. La perdita per azione è stata pari a 14,6 centesimi di dollaro di Hong Kong, rispetto ai 152,5 centesimi registrati nell’anno precedente.

Lo scenario competitivo nel quale ha operato il Gruppo ha sofferto nel 2016 a causa di una serie di fattori che hanno influenzato negativamente le prestazioni. Il più importante di essi è l’intensificazione e l’aumento della concorrenza delle altre compagnie aeree, che hanno aumentato la capacità in modo significativo. Ci sono stati più voli diretti tra la Cina continentale e altre destinazioni internazionali, ed è aumentata la concorrenza dei vettori low cost. L'overcapacity nel mercato ha colpito il comparto cargo. Inoltre, tre fattori economici hanno influito particolarmente: il ridotto tasso di crescita economica in Cina, una riduzione del numero dei visitatori a Hong Kong e la forza del dollaro di Hong Kong, che l’ha resa una destinazione molto costosa determinando il cambio sfavorevole di alcune valute straniere. Tutti questi elementi hanno esercitato una pressione al ribasso sui rendimenti. Il Gruppo ha beneficiato della riduzione dei prezzi del carburante, ma il vantaggio è stato ridotto dalle perdite di fuel hedging, in gran parte sostenute per operazioni di hedging effettuate quando il prezzo del carburante era molto più alto rispetto ad oggi. Il contributo delle società controllate e associate, invece, è stato soddisfacente.

Revenue passeggeri

Nel 2016 la revenue passeggeri del Gruppo si è attestata sui HK$66.926 milioni, l’8,4% in meno rispetto al 2015. La capacità è cresciuta del 2,4%, come conseguenza dell’introduzione di nuove rotte e dell’incremento delle frequenze su altre già esistenti. Il load factor è diminuito di 1,2 punti percentuali, scendendo a 84,5%. Lo yield, che ha subito una forte pressione durante l’anno, è sceso del 9,2% a 54,1 centesimi di dollari di Hong Kong, riflettendo l’overcapacity nel mercato, un calo della domanda delle classi premium e valute estere deboli.

Revenue cargo

Nel 2016 la revenue cargo del Gruppo si è attestata sui HK$20.063 milioni, -13,2% rispetto all’anno precedente. La capacità di Cathay Pacific e Cathay Dragon è cresciuta del 0,6%. Il load factor è aumentato di 0,2 punti percentuali, raggiungendo il 64,4%.

Il tonnellaggio trasportato è aumentato del 3,1%. In generale il mercato è stato molto debole durante il primo trimestre, il tonnellaggio ha recuperato nel secondo trimestre diventando più forte nel quarto. La forte concorrenza, l’overcapacity e la sospensione del supplemento carburante, hanno esercitato una certa pressione sul rendimento che è sceso del 16,3% a HK$1,59.

La domanda cargo sulle rotte europee è stata piuttosto debole mentre quella sulle rotte transpacifiche è cresciuta leggermente nella seconda metà dell'anno. Sono stati introdotti servizi cargo a Portland e Brisbane West Wellcamp. La Compagnia ha gestito una capacità cargo in linea con la domanda e aumentato la percentuale di merci trasportate dagli aeromobili passeggeri.

Costi sostenuti

I costi sostenuti da Cathay Pacific e Cathay Dragon per l’approvvigionamento di carburante (trascurando l’effetto del fuel hedging) sono diminuiti di HK$4.906 milioni (-20,4%) rispetto al 2015. Il carburante rimane la voce di costo più significativa per il Gruppo e nel 2016 ha rappresentato il 29,6% dei costi operativi totali, rispetto al 34,0% del 2015. Le perdite dovute al fuel hedging hanno limitato i benefici della riduzione globale del costo del carburante. Al netto degli effetti delle strategie di hedging, il costo del carburante è sceso di HK$5.015 milioni (pari al –15,2%) rispetto al 2015.

Nel 2016 c’è stato un aumento del 2,9% dei costi non legati all’approvvigionamento di carburante. I costi del personale, le tasse di atterraggio e di parcheggio, e i costi di manutenzione degli aeromobili sono aumentati a un ritmo superiore rispetto alla capacità.

Anche la congestione dell’Aeroporto Internazionale di Hong Kong e le restrizioni nei controlli sul traffico aereo in territorio cinese hanno contribuito ad aumentare i costi operativi del Gruppo, il quale sta facendo molto per migliorare l'affidabilità delle sue operazioni. Questo ha avuto come conseguenza un aumento di 7,4 punti percentuali nella puntualità.

In risposta a revenue deboli, il Gruppo ha intrapreso una revisione della sua attività. Nel breve termine, Cathay Pacific sta attuando misure volte a migliorare le revenue e ridurre i costi. La strategia a lungo termine, che si sta sviluppando in risposta alla revisione, è stato progettata per migliorare le prestazioni nell’arco di tre anni.

Network

Nel 2016, Cathay Pacific ha inaugurato nuove rotte verso Madrid (a giugno) e Londra Gatwick (a settembre), entrambe ben accolte dal mercato. La Compagnia aumenterà la frequenza dei propri collegamenti verso Gatwick e Manchester a giugno 2017, mentre le frequenze su altre rotte sono state aumentate nel 2016. Cathay Pacific introdurrà voli verso Tel Aviv a marzo 2017, Barcellona a luglio 2017 e Christchurch a dicembre 2017. La Compagnia ha invece sospeso i collegamenti su Doha a febbraio 2016, ma continua ad offrire servizi di codeshare con Qatar Airways su questa rotta. Cathay Dragon ha aumentato la frequenza dei propri voli su Phnom Penh, Wenzhou e Wuhan e ridotto quella su Clark e Kota Kinabalu; sospesi invece i collegamenti su Hiroshima e il tagged flight tra Kathmandu e Dhaka, prevedendo invece voli diretti su entrambe le destinazioni.

Flotta

Nel 2016, Cathay Pacific ha ricevuto 10 Airbus A350-900: questi aeromobili a basso consumo e tecnologicamente avanzati sono utilizzati per i voli a lungo raggio su Auckland, Düsseldorf, Londra Gatwick, Parigi e Roma. Cathay Pacific ha ritirato nel corso dell’anno gli ultimi tre Boeing 747-400 passeggeri e tre Airbus A340-300. Un Airbus A340-300 è stato ritirato a gennaio 2017 e i restanti tre verranno ritirati nel corso del 2017. La compagnia ha ricevuto ad agosto l’ultimo Boeing 747-8F cargo.

Prodotto

Il nuovo Airbus A350 è all’avanguardia per quanto riguarda le cabine, i sedili e i sistemi di intrattenimento e di connettività per dispositivi mobili. Cathay Pacific ha aperto una nuova lounge a Vancouver a maggio 2016, ha riaperto la lounge di Business class The Pier a Hong Kong a giugno 2016 e quelle di First e Business class a Londra Heathrow a dicembre 2016. La lounge G16 a Hong Kong ha chiuso per ristrutturazione a luglio 2016 e riaprirà nel secondo trimestre del 2017.

A novembre 2016, Dragonair è stata interessata da un rebranding in Cathay Dragon, avvicinando ancora di più le due compagnie. Il primo aeromobile con livrea Cathay Dragon è entrato in servizio ad aprile 2016.

Prospettive

Il Presidente di Cathay Pacific John Slosar ha dichiarato: “Ci aspettiamo che il contesto nel quale operiamo rimanga sfidante anche nel 2017. Una forte competizione da parte delle altre compagnie aeree e gli effetti sfavorevoli della forza del dollaro di Hong Kong continueranno a mettere sotto pressione lo yield. Il mercato cargo ha avuto un buon avvio, ma probabilmente l’overcapacity persisterà.

“Speriamo di continuare a beneficiare anche nel 2017 dell’abbassamento dei prezzi del carburante rispetto ai picchi del passato, sebbene di entità minore rispetto al 2016 (a causa di alcuni aumenti nel prezzo del petrolio negli ultimi mesi). Ci aspettiamo inoltre ulteriori perdite nel fuel hedging, ma dovrebbero essere inferiori al 2016. Si prevedono buone performance da parte delle nostre controllate e associate.

“Nonostante le sfide da affrontare, ci aspettiamo comunque che il nostro business cresca nel lungo periodo. Si prevede una crescita importante del traffico aereo verso, da e all’interno della regione Asia-Pacifico e intendiamo beneficiarne aumentando la nostra capacità passeggeri del 4-5% all’anno, almeno fino a quando non verrà aperta la terza pista all’Aeroporto Internazionale di Hong Kong. Continueremo ad introdurre nuove destinazioni e ad aumentare la frequenza sulle rotte più popolari. Stiamo acquistando nuovi aeromobili, sempre più efficienti, e questo aumenterà la produttività e ridurrà i costi.

“Stiamo iniziando un programma di riorganizzazione aziendale della durata di tre anni con l’obiettivo di conseguire rendimenti maggiori al costo del capitale. Lo scopo è quello di diventare un’organizzazione più agile e competitiva per approfittare dei nuovi trend di mercato e delle preferenze dei clienti.

“Continueremo a fare investimenti per rafforzare il nostro brand e la nostra offerta per i clienti, con l’obiettivo di garantire migliori servizi attraverso l’analisi dei dati e la tecnologia mobile. Questo ci permetterà di aumentare la nostra efficienza operativa e ci aiuterà a rispondere al meglio alle esigenze dei nostri clienti. Stiamo rivendendo le nostre politiche di gestione dei ricavi, distribuzione e pricing e intendiamo aumentare i ricavi derivanti dalle ancillary.

“Altrettanto importante rispetto all’aumento dei ricavi è la riduzione dei costi. Stiamo lavorando su cambiamenti operativi per migliorare l’affidabilità dei nostri schedule di volo; questo ridurrà i costi dei ritardi e ci permetterà di utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e di migliorare le nostre performance in termini di puntualità. La nostra organizzazione diventerà più snella, migliorando la produttività e riducendo i costi e permettendoci di prendere le decisioni più velocemente. Il nostro scopo è di ridurre le unità di costo, ad esclusione del carburante, nel corso dei prossimi tre anni.

“L’obiettivo di Cathay Pacific Group è di garantire un crescita sostenibile nei ricavi per gli azionisti nel lungo periodo e siamo fiduciosi in un successo più a lungo termine. Nel 2016 abbiamo celebrato il nostro settantesimo anniversario e il nostro impegno nei confronti di Hong Kong e della sua popolazione rimane saldo”.

 

Cathay Pacific Airways Limited, compagnia aerea internazionale con sede a Hong Kong, collega il suo hub con Roma Fiumicino e Milano Malpensa con voli diretti. Proprio da Hong Kong, aeroporto tra i più importanti e apprezzati al mondo, il Gruppo Cathay Pacific vola in oltre 190 destinazioni (inclusi i voli in codeshare e con Cathay Dragon) in tutto il mondo, comprese 90 destinazioni in Cina Continentale, Asia e Oceania. Recentemente, Cathay Pacific è stata premiata in occasione degli Italian Mission Awards 2017 come “Miglior compagnia aerea per i viaggiatori d’affari nei collegamenti verso l’Asia” e “Miglior Economy class”.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Ufficio Stampa | P.R. & Go Up Communication Partners

Via Fabio Filzi 27, 20124 Milano | www.press-goup.it

Cristina Gavirati | cristina.gavirati@prgoup.it | +39 346 9889852

Francesca Giustiniani | francesca.giustiniani@prgoup.it | +39 335 7323996